Il 2019 ci regala l’occasione per celebrare, con un triplo anniversario, tre grandi Maestri dell’architettura del XX° secolo, scomparsi rispettivamente 60, 50 e 40 anni fa, a dieci anni esatti l’uno dall’altro.

A Frank Lloyd Wright (8 giugno 1867-9 aprile 1959), Ludwig Mies van der Rohe (27 marzo 1886-17 agosto 1969) e Gio Ponti (18 novembre 1891-16 settembre 1979) Rai Cinque dedica tre documentari che celebrano il genio dei progettisti che hanno segnato in maniera indelebile la storia e la contemporaneità dell’architettura.

La rassegna di documentari, “I tre architetti” , ideati e diretti da Francesco Conversano e Nene Grignaffini, a cura di Michael Obrist – ripercorrono la carriera e la personalità dei tre Maestri attraverso il racconto dello storico dell’architettura Francesco Dal Co.

La ricostruzione storica si intreccia con la riflessione sulla loro opera e le loro idee, interrogandosi sull’impatto che hanno avuto sulla cultura architettonica del XX secolo, attraverso le parole e le testimonianze di alcuni tra i più grandi architetti italiani, Stefano Boeri, Mario Cucinella, Michele De Lucchi, Massimiliano Fuksas, Massimo Iosa Ghini e Matteo Thun , che ci condurranno in un appassionato viaggio nella loro opera per raccoglierne l’eredità.

La prima puntata (venerdì 18 gennaio, ore 21:15, RAI 5) è dedicata a Frank Lloyd Wright, alla sua biografia e alla sua filosofia dell’architettura organica.

 

La seconda puntata (venerdì 25 gennaio, ore 21:15, RAI 5) è invece dedicata Ludwig Mies Van der Rohe: dalla direzione del Bauhaus al il suo trasferimento negli Stati Uniti.

 

 

La terza e ultima puntata (venerdì 1 febbraio, ore 21:15, RAI 5) è infine dedicata a Gio Ponti e al suo contributo alla rinascita dell’architettura e del design.

 

Per chi non avrà modo di vedere i documentari in televisione, o per chi non vuole aspettare una settimana tra uno e l’altro, la rassegna I tre architetti verrà proiettata nella sua interezza alla Triennale di Milano (Teatro dell’Arte) il prossimo 21 gennaio, a partire dalle 17:00 (ingresso libero fino ad esaurimento posti).

Le tre proiezioni saranno introdotte da un commento degli autori, del curatore e dello storico dell’architettura Fulvio Irace, e saranno accompagnate dagli interventi di Massimo Iosa Ghini, Mario Cucinella e Salvatore Licitra, responsabile dell’archivio Gio Ponti. Dopo le tre proiezioni ci sarà invece un dibattito aperto al pubblico.

Una bellissima  occasione per scoprire o riscoprire il lavoro, l’opera e le idee di questi tre grandi Maestri che hanno segnato la storia e la cultura del mondo che ci circonda, accompagnati dal racconto dei protagonisti dell’architettura contemporanea.